fotovolt.

Buone le prospettive per l’Italia per il fotovoltaico non incentivato nel 2014

L’Italia nel 2014 sarà un mercato da 1 GW. Quest’anno almeno 100 MW di impianti saranno realizzati senza alcun tipo di incentivo e negli anni successivi il volume salirà, prevede l’analista Ash Sharma intervistato da QualEnergia.it.

Una recente stima sul fotovoltaico di IHS, autorevole società di consulenza del settore, prevede che a fine 2018 nel mondo ci sarà una potenza di circa 400 GW, una stima conservativa rispetto ad altre, come Solarbuzz, che prevedono circa 100 GW in più. Qualenergia.it ha posto alcune domande sui trend del fotovoltaico nel mondo e in Italia ad Ash Sharma, Senior Director di Solar Research IHS Technology.

Mr. Sharma, negli ultimi anni le previsioni sul mercato fotovoltaico, specie quando guardano oltre i due o tre anni, si sono quasi sempre dimostrate sbagliate per difetto. Cosa ha portato la crescita del FV a superare le aspettative?

In molti paesi sono stati introdotti incentivi generosi e ciò ha trainato le installazioni e l’offerta di componenti per i sistemi fotovoltaici. I prezzi dei sistemi si sono così abbassati notevolmente negli ultimissimi anni, consentendo lo sviluppo di nuovi mercati fotovoltaici e favorendo un boom di installazioni in quelli già esistenti. In molti casi rapide crescite in diversi mercati sono state causate da incentivi eccessivi come in Spagna e in Repubblica Ceca, con il successivo stop all’erogazione delle tariffe incentivanti.

Per saperne di più: http://www.qualenergia.it